Autostrada
Autostrada
TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Il nodo di Palmanova cambia forma

02 / 10 / 2018 02-10


In mezzo ai "petali" (è così che si chiamano i tratti autostradali compresi fra due diverse direttrici), del nodo di interconnessione fra A4 e A23, è operativo un grande cantiere: il nome "petalo" potrebbe far pensare a un ambiente quasi bucolico, ma in realtà ci troviamo nel punto più "critico" interessato dai lavori di realizzazione della terza corsia: il nodo, meglio conosciuto come "nodo di Palmanova". Qui è appena stato varato il nuovo ponte sulla direttrice Trieste - Venezia dell'autostrada A4. Un intervento svolto a traffico aperto, con una tecnica che combinava tiro e spinta. Lavorare sul nodo, però, è sempre delicato e complesso. Il motivo? Perché qui si incrociano sei diverse direttrici di traffico: dalla A4 verso Udine e verso Trieste; dalla A4 verso Venezia e verso Udine; dalla A23 verso Venezia e verso Trieste.
Le aree dove è stato avviato il cantiere sono proprio in mezzo all'incrocio dei vari rami del nodo: i mezzi operativi, per accedervi, devono utilizzare degli appositi varchi, spostandosi dalla corsia di marcia dell'autostrada. Entrare in cantiere, quindi, è una manovra che richiede moltissima attenzione da chi guida i mezzi operativi. Altrettanta attenzione e prudenza devono esserci da parte di chi transita in un tratto più stretto per quanto riguarda la carreggiata e dove gli ingressi al cantiere pur essendo debitamente segnalati, rappresentano comunque, un'interferenza alla circolazione.