TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Il ricorda-bebè a bordo auto è legge

27 / 09 / 2018 27-09


È detta "amnesia dissociativa" quella che colpisce il genitore che non si ricorda di avere ancora a bordo dell'auto il proprio bimbo. Un comportamento involontario, dettato spesso da stress e stanchezza, che causa un momentaneo vuoto di memoria. È così che ci si dimentica di fare un'azione che normalmente si compie tutti i giorni, come accompagnare i figli all'asilo, dimenticandosi di farli scendere dalla vettura. Per prevenire questo fenomeno, l'alert antiabbandono che avvisa della presenza del bebè nell'automobile è diventato legge. Dal primo luglio 2019, infatti, le vetture con passeggeri fino ai quattro anni di età dovranno equipaggiare i seggiolini con appositi dispostivi elettronici che segnalano, appunto, che a bordo c'è ancora il passeggero più piccolo. La normativa è stata approvata dall'Aula del Senato con 261 voti a favore. E chi non la rispetterà? Potrà incorrere in sanzioni di 81 euro, nella decurtazione di cinque punti dalla patente e, nel caso di recidiva nell'arco di due anni, nella sospensione della patente (dai 15 giorni, fino a due mesi). Il testo della normativa prevede anche campagne di sensibilizzazione e informative sul tema. Nel frattempo è opportuno ricordare alcune semplici regole stilate, tempo addietro, dal Ministero della Salute:

- Hai visto un bambino solo in macchina? Chiama il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113
- Lascia sempre un oggetto personale sul sedile posteriore della tua auto, accanto al seggiolino: borsa, smartphone, ventiquattrore
- Lascia sempre un oggetto personale del piccolo sul sedile anteriore (pannolini o biberon): ti aiuterà a ricordare la sua presenza in auto
- Inserisci un apposito promemoria nel tuo telefonino o sulla tua agenda.
- L'orario di accompagnamento o di ritiro è cambiato? Comunicalo al partner o a un'altra persona di fiducia
- Chiedi a chi si occuperà del bambino (ad esempio al nido) di avvisarti nel caso in cui il bimbo non sia arrivato.