TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Fatti più in là

23 / 05 / 2019 23-05


Fateci caso, quando guidate in autostrada: la corsia di sinistra è (quasi) sempre quella più trafficata, mentre quella di destra viene snobbata dai più. Perché? Mistero. Una bufala vecchia come il mondo o perlomeno quanto le strade, narra che la corsia di destra sia riservata ai veicoli più lenti. Sbagliato.
Il Codice della Strada è decisamente preciso in merito alla questione; l'articolo 143 recita infatti: "Salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso".
Non vi sembra abbastanza? Chiunque vìoli il sopraccitato articolo può incorrere in una sanzione amministrativa e si ritroverà con 4 punti in meno sulla patente. Perché rischiare, dunque?
Ricordate comunque che per effettuare manovre di sorpasso, oltre che mettere la freccia  - non si sa perché in autostrada non lo fa mai nessuno - bisogna utilizzare la corsia di sinistra.
Tuttavia, se mentre procedete sulla corsia di destra vi ritrovate affiancati a un veicolo che avanza più lentamente di voi sulla corsia di sinistra, potete continuare a guidare, superandolo. Per ricordare l'importanza di una norma molte volte il modo più efficace è l'utilizzo dell'ironia. Tanto simpatica, a questo proposito, la campagna lanciata dall'ASAPS (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) che, attraverso delle vignette ironiche ricorda agli automobilisti che esiste anche la corsia di destra, gradevoli e "mordaci" gli slogan utilizzati: "C'è traffico in autostrada? Sì intenso! Ma la prima corsia è quasi libera! Perché è utilizzabile anche quella?" e ancora "Ma lo sai che la prima corsia sembra sia molto pericolosa? Perché? Non vedi che non ci va quasi nessuno! Ci sarà pure un motivo no?".