TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Crocodile, il progetto per la mobilità transfrontaliera premiato a Lipsia

19 / 05 / 2016 19-05


Sviluppato da un consorzio
internazionale fra i cui partner c'è anche Autovie Venete (la prima
concessionaria autostradale a sottoscrivere protocolli d'intesa
transfrontalieri in materia di gestione del traffico), il progetto "Crocodile"
ha ricevuto, a Lipsia ? in Germania, il premio del Forum Internazionale
del Trasporto.  Un riconoscimento al lavoro avviato nel 2013 e finalizzato
a trovare soluzioni per le congestioni del traffico nelle zone di frontiera
dell'Europa Centrale e Orientale, attraverso la condivisione delle
informazioni, la loro diffusione all'utenza utilizzando sistemi
tecnologicamente avanzati per l'infomobilità, la gestione integrata degli
interventi d'emergenza. Concretamente ciò significa che, quando si verifica una
criticità sull'autostrada slovena per esempio,  il Centro radio
informativo di Autovie Venete, quello di DARS in Slovenia e quello di Asfinag in
Austria, utilizzando il protocollo "Datex2" per lo scambio dei dati, sono in
grado di coordinare i messaggi agli utenti sui pannelli a messaggio variabile,
l'eventuale stoccaggio dei mezzi pesanti in apposite aree di sosta, la chiusura
di un tratto e l'attivazione dei percorsi alternativi. Una modalità operativa
sperimentata con successo in più occasioni: durante le pesanti nevicate che si
sono verificate lo scorso anno in Slovenia, nei week end estivi di maggior
traffico sulla rete di Autovie (utilizzando ad esempio la A34 come by-pass per
reindirizzare il flusso dei veicoli verso Gorizia/Razdrto/Postojna alleggerendo
così la tratta Trieste/Fernetti/Rabuiese) e ancora a fronte di incidenti
particolarmente gravi le cui ricadute hanno creato congestioni al traffico o
code molto lunghe. "Vediamo il progetto Crocodile come un punto di partenza ?
ha dichiarato Martin Bohm di Austriatech (dell'agenzia governativa austriaca
che coordina il progetto) ? e siamo convinti che il modello proposto stia
portando verso un sistema di trasporto su strada più sicuro ed efficiente".
Completata la prima parte del progetto, durante la quale sono stati installati
sensori e telecamere su migliaia di chilometri di strade, sono state potenziate
le centrali operative, sono state implementate tutte le tecnologie riguardanti
l'infomobilità, i 13 paesi coinvolti (Austria, Bulgaria, Cipro, Croazia,
Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Polonia, Romania,
Slovacchia e Slovenia) si apprestano a far partire il secondo step con il nome
"Crocodile2", sotto l'egida e con il contributo economico dell'Unione europea.
Notevoli investimenti, infatti, sono previsti per migliorare la mobilità
dell'area attraversata dai tre principali corridoi di trasporto, il
Baltico-Adriatico, il Reno-Danubio e il Mediterraneo, infrastruttura
quest'ultima all'interno della quale corre anche gran parte della rete di
Autovie Venete